Il Mito della Monogamia

Il mito della monogamia, eterno dilemma

 

La storia ci racconta che l’essere umano si interroga sulla sua situazione sentimentale da quando è nato.

L’amore è una componente fondamentale della vita, ma spesso il sesso lo è di più! In quanto riesce a creare delle situazioni molto difficili da affrontare e da risolvere. L’istinto della “carne” è spesso irresistibile e non può essere controllato, quindi sempre più spesso ci si domanda se sia giusto a mare e rimanere fedeli o amare e vivere anche con altri la propria passione.

L’argomento riguarda tutti ed è stato affrontato da menti illustri, in tutte le sue sfaccettature. Tra questi c’è Alfred Kinsey, noto per i suoi “Rapporti Kinsey“, due libri in cui affronta i comportamenti sessuali dell’ uomo e della donna.

Da molti considerati come i “peggiori libri della società moderna“, oggi sono più attuali che mai e vengono rivalutati, visto che il problema è particolarmente attuale.

Secondo Kinsey, infatti, oltre il 50% degli uomini sposati ha avuto esperienze extraconiugali mentre per le donne di quel tempo il numero si aggirerebbe sul 26%.

Parlare  del “problema” monogamia riguarda da vicino e pubblicamente anche personaggi molto famosi e conosciuti, tra questi Scarlett Johansson, che in una intervista ha dichiarato che la “monogamia non è una cosa naturale”!

Anche Will Smith, ha detto la sua, che parlando del rapporto con la moglie dichiara: «La nostra prospettiva è che non si debba evitare quel che è naturale, ed è inevitabile essere attratti da altre persone. E se ce n’è bisogno, allora bisogna dire al proprio partner: “Senti, vorrei fare sesso con quella persona, però non lo farò se non approvi”».

Quindi tradire è una forma di vivere il rapporto sempre più accettata, in cui non ci si deve più nascondere, ma si vive la propria sessualità in condivisione con il partner.

2017-03-27T10:37:31+00:00By |0 Commenti

Scrivi un commento